venerdì 15 gennaio 2010

Etiopiche...

...il profumo del caffe' allo zenzero, e il ritorno in vita dopo compite degustazioni di bevande alcoliche, all'uscita da Messa...
...lo stress del lavoro politico, poche birre allo Sheraton, quattro passi all'aperto, per non perdere il contatto con la realta'...
...l'ansia di camminare, e i passi veloci, e le mani tese, e le voci nel buio...
...dolma, keofte e boreg, la cucina armeno-etiope, la speranza di mangiar tanto e l'ansia di morire di fame...
...l'Amore venduto e quello regalato, e la scoperta che le promesse sono mantenute...
...un caffe' al bar, e l'impotenza di fronte a una Morte che non attende...
...tramonti, e camminate, e risate, e storie di terre lontane...
...sognare di andar via, e sperare di potere restare...





























































9 commenti:

fabietto ha detto...

Boia, fisico scolpito nella roccia! Grande Seps! I Mammuomini non tradiscono mai :)

E quella sulle spalle è la tua girl? :D E quello sotto magari tuo suocero... ;)

Ci vediamo presto nel Regno Unito...

Michela ha detto...

wow seps!!! che meraviglia!!!
la prossima volta ci porti tutti con te!!!

Simo_the_Wolf ha detto...

Incantevole!!

raffa ha detto...

Fisico statuario????? Dai, Seps respira!!!!

JOY ha detto...

parole ed immagini che fanno sognare...grande Seps!

Antonino Crivello ha detto...

Sei mitico!

Step ha detto...

Seps aspettaci..stiamo arrivandoooo!!!!

alice ha detto...

sarà sicuramente un'esperienza unica!!!

gabry ha detto...

Grande Seps!
Quanta ammirazione per quello che fai, e quanto coraggio!!!!